Prime tappe della carovana: 07 aprile a CASTELNUOVO e 08 aprile a CAMERANA (locandine e scheda film)

Castelnuovo: proiezione di No impact man, ore 20,00; al termine, ore 20,40, commenti e considerazioni con degustazioni.  Camerana: ore 19,30 Cena della tradizione e alle 21,30 proiezione di Presi per il Pil.

No impact man; USA 2009, 97′ 

Niente immondizia, nessuna emissione di anidride carbonica, niente macchina o aereo, niente tossine nell’acqua, niente carta igienica. È possibile vivere un anno a ‘impatto zero’ nel cuore di New York? No impact man, il docureality che ha spopolato sui media internazionali nel 2009, racconta la storia della famiglia Beavan e del suo esperimento di “vita a impatto zero”.  Colin Beavan, giornalista ambientale, sua moglie Michelle Conlin, senior writer presso il BusinessWeek, e la loro piccola Isabella in età da pannolino sono i protagonisti di questa storia che si svolge nel cuore di Manhattan, a New York, luogo tutt’altro che ‘poco impattante’. Un progetto che ha tutta l’aria di potersi presto trasformare in una mission impossible. Ma i propositi della coppia sembrano essere sinceri: cercare di capire se è possibile vivere in modo dignitoso “senza tutto questo spreco”. Sul banco degli imputati c’è la cultura dell’usa e getta, il mondo del ‘monouso’ di cui l’immaginario di stampo nordamericano si è fatto portatore, ed esportatore, negli ultimi sessant’anni. L’happy end non poteva mancare nel racconto serrato dell’esperienza del piccolo nucleo familiare newyorkese che riscopre tempi lenti, cibi locali, luci soffuse, e il piacere di parlare con gli amici a televisione spenta. Sarà  Michelle, quarantenne in carriera appassionata di shopping e caffè, a fungere da divertente controparte per il corso di tutta l’avventura che condurrà i protagonisti a una fondamentale consapevolezza: vivere a impatto zero non è possibile, ridurre l’impatto è non solo possibile, ma estremamente necessario.

Presi per il Pil;Italia 2014, 65′ 

Il dogma del PIL domina in modo assoluto sui media, in politica, nell’opinione pubblica. Sviluppo uguale crescita. E la crescita non può che essere l’aumento del Prodotto Interno Lordo. Ma sono in tanti a non essere d’accordo. Non solo economisti, studiosi e opinion-maker che nel film spiegano in modo semplice come il PIL abbia colonizzato il discorso politico ed economico, ma anche tante persone comuni che tentano nella loro vita quotidiana di liberarsi da questo assunto ideologico, adottando pratiche alternative. Persone che hanno scelto di vivere senza più inseguire il mito della crescita infinita imposto dal sistema. Questo film è un viaggio lungo l’Italia alla scoperta di alcune di queste storie. …

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You may also like...