Presentati i Concerti per la terra al convegno “Tra le Langhe e il mare, un territorio da valorizzare”

Il convegno che si è tenuto sabato 25 a Montezemolo sul tema “Tra le Langhe e il mare, un territorio da valorizzare”, al quale hanno partecipato tecnici e operatori del settore agricolo, amministratori locali e l’assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero, ha chiaramente evidenziato potenzialità e limiti nell’elaborazione di un progetto di sviluppo agricolo dei territori del’Alta Langa. Dopo i saluti del sindaco di Montezemolo, G. Taramazzo, e l’introduzione di Adriano Scarzella che ha illustrato la storia delle sofferenze delle aree in oggetto, di particolare interesse gli interventi   di Fabio Palladino,  Patrizio Michelis e Silvio Veglio.  Palladino  ha presentato le iniziative del progetto Terre originali per favorire l’insediamento dei giovani in agricoltura. convegno 025

L’agronomo Michelis ha illustrato le caratteristiche di integrità ambientali che consentirebbero  l’insediamento di  forme di agricoltura innovative in Alta Langa.convegno 029   Silvio Veglio ha informato sul percorso normativo teso alla tutela del paesaggio evidenziando con preoccupazione il crescente consumo di suolo agricolo.  L’assessore regionale Ferrero, preceduto dal funzionario Coldiretti Marcello Gatto che ha manifestato le linee di impegno della sua organizzazione,  ha   illustrato, tra l’altro,  le competenze dei diversi organi amministrativi che si collocano, quali enti  intermedi , tra comuni, province e regione. In particolare è stata sottolineate l’esclusiva competenza degli Ambiti Territoriali di Caccia per quanto riguarda il problema del contenimento dei danni provocati dal sempre crescente numero di animali selvatici, cinghiali, caprioli, ma anche mufloni, tassi e cervi. Mentre per quanto riguarda l’accesso ai finanziamenti per l’agricoltura previsti dall’Unione Europea il ruolo centrale dei GAL , Gruppi di Azione Locale, per l’accesso ai finanziamenti comunitari.

convegno 039

Ha sottolineato che il recupero dell’incolto,  restituendo valore  a queste terre ed esaltandone le potenzialità  , è subordinato all’esigenza di formazione e informazione. Formazione  per i giovani e informazione per quanti sono rimasti che devono essere consapevoli del valore dei loro prodotti, sostenendoli in ogni occasione possibile. Ha inoltre, con cautela e prudenza, invitato a riflettere sulla possibilità e capacità di accogliere  la disponibilità  di chi non è del luogo, di chi parte da lontano in cerca di una possibilità lavorativa e della costruzione del proprio futuro. Ha invitato inoltre alla collaborazione di tutti i soggetti attori della vita sociale ed economica. L’assessore infine ha sostenuto e apprezzato l’iniziativa dei Concerti per la terra, precedentemente illustrata da Enrico Barbieri, che percorrendo le antiche strade di langa, promuove risorse agricole ed evidenzia la scelta dei produttori di genuinità. Manifestazioni di attenzione e condivisione all’iniziativa sono state espresse dall’Assessore Claudio Casanova di Finale e dall’ amministrazione di Alba seppure quest’ultima tramite lettera a causa di precedenti impegni degli assessori competenti.

La  serie di concerti jazz  avrà inizio a Finalborgo il 18 agosto; successivamente  alla cappella di Santa Anastasia, nel comune di Sale San Giovanni, il 28/8, a Castelnuovo di Ceva, il 29/8, e a San Giovanni della Langa, in comune di Murialdo, il 30/8. L’ultimo appuntamento dei concerti per la terra è ad Alba sabato 5 settembre, al termine del mercato della  terra che si tiene ogni sabato a piazza San Giovanni. I concerti accompagneranno una carovana di produttori agricoli e di allevatori che hanno scelto di praticare forme di agricoltura e allevamento innovative, primi protagonisti di quel cambiamento di prospettiva sottolineato in tutti gli interventi al convegno.

 

You may also like...