Cine per la terra: The age of stupid, Sale Langhe, sabato 29 aprile; Presi per il Pil, Murazzano. sabato 6 maggio.

The age of stupid

Il documentario è ambientato nel 2055. Si racconta di un archivista che custodisce l’intero sapere del mondo, dalle opere d’arte ai contenuti multimediali. L’archivista guarda video prodotti nei primi anni 2000  che fanno presagire gli effetti del riscaldamento globale e si chiede “Perché non abbiamo fermato il riscaldamento globale quando ne avevamo l’opportunità?”  

Presi per il Pil

Il dogma del PIL domina in modo assoluto sui media, in politica, nell’opinione pubblica. Sviluppo uguale crescita. E la crescita non può che essere l’aumento del Prodotto Interno Lordo. Ma sono in tanti a non essere d’accordo. Non solo economisti, studiosi e opinion-maker che nel film spiegano in modo semplice come il PIL abbia colonizzato il discorso politico ed economico, ma anche tante persone comuni che tentano nella loro vita quotidiana di liberarsi da questo assunto ideologico, adottando pratiche alternative. Persone che hanno scelto di vivere senza più inseguire il mito della crescita infinita imposto dal sistema. Questo film è un viaggio lungo l’Italia alla scoperta di alcune di queste storie. …  

 

 

 

You may also like...